Cultura popolare e ricerca di territorio

Inviato da massimo il 26 Febbraio 2014 - 9:48am

L’8 marzo 2014 Il Comune di Terranuova Bracciolini e l’IDAST dedicano a Dante Priore una giornata di studio: la mattina sullo stato della ricerca territoriale, il pomeriggio sul contributo dato da Dante Priore alla conoscenza del mondo locale in una prospettiva tutt’altro che localista.
Si tratta di una occasione di riconoscimento del lavoro di ricerca che Dante Priore, docente della scuola secondaria, molisano, operativo in Toscana nell’aretino per più di 50 anni, ha svolto soprattutto dando la voce ai protagonisti .
Del suo lungo ed esemplare lavoro di valorizzazione delle voci della gente comune e della storia locale fa parte anche il mondo dei diari e della scrittura popolare. Tra le sue pubblicazioni nel 1980 c’è il Diario di Giuseppe Capacci, pubblicato come Diario di guerra di un contadino toscano. Un testo trovato da Dante nella sua ricerca e nel suo contatto con le famiglie del territorio. Abbiamo pensato di fare un omaggio ‘alla carriera’ di Dante, e alla sua preziosa guida metodologica nelle fonti delle culture popolari, ripubblicando oggi il Diario Capacci, con una dedica a Dante. Il Diario Capacci è stato uno dei primi atti di una nuova attenzione alle scritture popolari (pensate che Pieve Santo Stefano, nasce nel 1984, e la Vita di Amelia, di A.M.Rivera è anche essa dell’84), ed è un testo veramente interessante che oggi vorremmo pubblicare nuovamente anche con il testo autografo. Per questi vi chiediamo un contributo, nella forma di una donazione di soldi con la quale sia acquistare uno o più volumi, e insieme essere ricordati tra coloro che per gratitudine verso Dante Priore hanno voluto contribuire alla uscita dell’opera.
Vi chiediamo contributi dai 20 euro ai 100, che potete farmi avere nella modalità che credete opportuna, se mi segnalata la vostra disponibilità e la cifra posso darmi il mio Iban, o un indirizzo per un vaglia, o altrimenti.