memoria

In Italia sono tutti maschi

Inviato da massimo il 21 Gennaio 2013 - 9:56am

Al pari del nazismo hitleriano, il regime fascista di Benito Mussolini – fondato su un immaginario virile – mentre giungeva alla definizione “scientifica” dell’inferiorità intellettuale e fisica delle donne, agì per escludere dal corpo sociale anche gli omosessuali, in quanto considerati, come in Germania, pericolosi veicoli di indebolimento della «razza ariana di stirpe italica» nella quale anche l’Italia fascist

Un viaggio all'ingiù... Verso il fondo

Inviato da Anonimo (non verificato) il 15 Gennaio 2013 - 4:00pm

Non è facile ricordare in un contesto culturale che pone alla sua base la rimozione delle radici comuni in vista di un miglioramento nel futuro; ancora meno facile è richiamare alla mente eventi che ci coinvolgono profondamente e minano le nostre certezze riguardanti il nostro essere insieme e la nostra coscienza.

I nastri della memoria. Anonimo (non verificato) 20 Dicembre 2012 - 6:37pm

 

Le porte del Baobab si aprono a  nuove forme di memoria, accogliendo fra gli oltre quattromila libri donatici un archivio di più di cento vhs. I nostri nuovi compagni di viaggio sono alcuni fra i più grandi classici del cinema italiano ed internazionale; vari generi, dalla commedia al thriller, ci terranno in compagnia nella nostra biblioteca, dove potrete consultarli.

Vi aspettiamo!

La strada del davai

Inviato da matteo il 5 Aprile 2012 - 4:55pm
Nuto Revelli
Editore
Einaudi
Luogo
Torino
Data pubblicazione

Ufficiale degli alpini in Russia, protagonista della Resistenza nel cuneese, Revelli si è battuto per dar voce ai dimenticati di sempre: i soldati, i reduci, i contadini delle campagne più povere. Questa è la testimonianza delle storie vere e tragiche di cui furono protagonisti gli alpini della Cuneese sul fronte russo: lo sfacelo di un esercito, la tragedia di uomini gettati allo sbaraglio, beffati e traditi, che pure riscoprirono in sé le profonde ragioni della dignità del vivere.

Trasmettere memorie. Storie di vita di donne toscane

Inviato da Anonimo (non verificato) il 7 Marzo 2011 - 9:11am

Il Ministero per i beni e le attività culturali celebrerà l'8 marzo con lo slogan "Cosa sarebbe l'arte senza le donne?" e per l'occasione l'Archivio di Stato di Firenze, in collaborazione con l’Associazione Archivio per la memoria e la scrittura delle donne “Alessandra Contini Bonacossi”, organizza un incon